zughi's picture

Cresta NNE del Poncione di Piotta (2439)

Era da qualche tempo che non andavo in montagna con Mario e, quando qualche mese fa mi ha proposto un week end allo sbaraglio, non potevo che rispondere positivamente. La prima proposta è stata quella buona: spigolo NNE del Poncione di Piotta, un itinerario che da tempo volevamo affrontare. Si tratta di una via aperta da Max, Piero e Geo nel 1986 che, complice un avvicinamento un po' lungo e forse il fatto che non sia stata "addomesticata" con spit, scalini inox, corde fisse, canaponi, e così via, è poco frequentato.

(parte del) Materiale
mino's picture

La via della fede, parte seconda

Vi ricordate la nostra via della fede sotto la chiesetta di Calonico? E non stiamo parlando di religione, ma di fede. Credere che da lì si potesse salire e credere che la roccia fosse buona. Se possiamo validare la prima, non siamo ancora sicuri della seconda... ma cercarsi la via fra le fessure (in fine belle, anche se non yosemitiche...) della parete è stata sicuramente un'esperienza indimenticabile, così come un qualcosa da aggiungere al nostro bagaglio e da riutilizzare per la prossima volta ;-).

Sfasciumi di prima pulizia
zughi's picture

Festa a Caurì

Segnaliamo una festa da non perdere!! Tutte le info nel pdf allegato!!

http://www.ogiorp.ch/sites/default/files/Cauri.pdf

bérna's picture

Riding Segnes and Alaska face

Uno dei miei credo piu grandi é che da una decisione molto spontanea ma con le persone giuste puo nascere qualcosa di stupendo.
Sabato sera, dopo un bel (e lungo) giro in pelli di 1500m ho scritto a Marc che faceva la domenica, e sorpresa mi dice che pensava di fare il Piz Segnes (737207/196774) e dare un occhiata all'Alaska face (735374/195024)... esattamente quello che avevo in mente anch'io, circa 900m di salita totale per 1700m di paretoni. é una decisione semplice... ciao bis morn :)

Alaska face e Tschingelhörner
mino's picture

La via della fede...

Questa storia incomincia per caso... Il progetto era l'oramai chiodo fisso della parete di Osogna, per la via "Apriti Cielo". Finalmente sembrava tutto potesse andare bene, ma come tante altre volte, alla natura non si comanda e ancora al giovedì mattina, per i prossimi giorni si prevede la pioggia. Sappiamo bene quanto possa essere un grande problema e la decisione a noi più saggia è ancora una volta quella della rinuncia, o meglio detto, del rinvio. In serata cambiano però le regole e il bello sembrerebbe persistere più del previsto. Un ultimissimo pensiero al progetto...

Il saggio scruta con fede la parete
zughi's picture

Allalin

C'è chi dice che la performance della salita di una montagna non si può quantificare con i soli numeri (metri saliti, altezza della montagna o grado di difficoltà) ma piuttosto dall'intensità delle emozioni provate. Bisogna insomma relativizzare ogni salita rispetto alla propria persona: la via più difficile che saliremo nella nostra vita sarà, per alpinisti più forti di noi, solo una facile passeggiata.

Esercitazioni al Belvedere del Furca
bérna's picture

Megatraining un nuovo mostruoso metodo di allenamento

Allenare massimali, ipertrofia , resistenza, VO2max (allenamento in altitudine) e gestione della paura in una sola sessione, un utopia? e invece no, nato da imense ricerche, e dalla necessita di un metodo d'un allenamento adattato alla vita in una megalopoli imbottigliata, ho il piacere di presentarvi un rivoluzionario metodo che permette di allenare tutto in una sola sessione:

enter megatraining

.
Il concetto e eccezionalmente semplice, ma piu facillmente capito grazie ad un video introduttivo.

zughi's picture

Kuffner al Piz Palü

Ho sentito molto parlare dello Sperone Kuffner al Palü; questa salita è una classica delle alpi che presenta difficoltà mai troppo facili ma nemmeno troppo dure regalando una salita non banale e molto interessante: ecco cosa si legge in praticamente ogni recensione su internet. Poco male se qualcuno ha patito freddo da queste parti, quando arriveremo noi sarà sicuramente bello!

Sperone Kuffner
zughi's picture

Monte Bianco

Come Wimbledon sta al tennis, Chamonix e il Monte Bianco stanno all'alpinismo. È questo lo scenario di molte e molte avventure di alpismo classico e moderno, ghiaccio e neve, salite e discese, facile e difficile; qui ogni viaggiatore verticale può trovare il suo drago da sconfiggere e, come varie orde di alpinisti nel passato, anche noi ad un certo punto ci sentiamo in dovere di confrontarci con queste pareti.

Si prepara il materiale per salire all'Enverse
mino's picture

Gita di fine stagione di pelli

Il tempo è sempre una gran incognita... avrò libero? Ci saranno imprevisti? Sarà bello? Sarà asciutto? Cronologico o metereologico il tempo è la sfida che precede ogni gita, che l'accompagna e che segna la prossima.

Recent comments