Separate reality, Goodbye Yosemite and the little a'le'inn


bérna's picture

By bérna - Posted on 09 October 2011

Eh beh, cosa si fa l'ultimo giorno allo yosemite? una grande classica, come serenity crack e sons of yesterday o nutcracker o la east buttress di el Cap. Già, se non fosse domenica e tutte le classiche sono strapiene e non ci va di fare la fila. Ma che fare allora? beh trovare CJ (crazy John) e vedere che combina lui e indovinate un po ci dice di andare con lui a separate reality. E si proprio la mitica via che si vede su molte foto e video. Dapprima siamo reticenti ma poi ci diciamo
WTF (ndr: e che cacchio) e partiamo. Dopo aver cercato per un po l'alberello da cui calarsi, scendiamo ai piedi del famoso tetto di 7m.
Separate reality é questo, una fessura orizzontale di incastri di mano sotto un tetto impressionante. Sotto di voi una placca e e poi il vuoto. Eccezionale.
CJ si lancia, passa la parte verticale senza alcun problema, un piccolo no-hand resting prima del tetto e si lancia nella fessura orizzontale, é impressiontante vedere come riesce a tenere il suo corpo orizzontale solo incastrando mani e piedi. Si muove bene ed arriva alla fine della fessura. L'ambiente é surreale, la musica techno-trance-metal lo sostiene. Ora il crux, su un difficile incastro di dita deve allungarsi a prendere una bella scheggia con la sinistra, la prende e seguendo i consigli di Merry prova a rilanciare purtroppo senza successo. É ora il turo di Rees, parte bene, arriva solidamente al crux prende bene la scheggia, la tiene e comincia a pasticciare, peccato, ci stava il flash. Parte Mino si getta nella fessura e comincia cosi il nostro corso di incastri di mani e piedi a testa in giù, CJ e Rees ci danno consigli e gridano. Mino lotta ma arriva solo a metà tetto, scende e CJ parte per un secondo giro, arriva al crux, lo passa e alza il piede sopra la testa a a cercare il toe hook (aggancio di piede) necessario per uscire, lo trova e non lo lascia più, CJ ha appena rotpunktato la via mitica aperta da Ron Kauck negli anni '70 usando solo nuts e tecniche "meditative" dell'epoca da cui il nome.
Parto io e dopo aver gia lottato con i primi due incastri in verticale mi sono sotto il tetto, chi l'avrebbe mai detto :) comincia anche per me il corso di incastri sotto sopra, é durissimo riesco a fare circa 3 metri di tetto e poi non ne posso piu, scendo. Riparte Reed che arriva al crux e pasticcia di nuovo. Salgo sulla statica a fare delle foto come chi veri, parte mino che questa volta arriva fino al crux ma non riesce a tenere il finger lock. Ci riprova, niente, ancora, nada, il passagio é troppo duro. tirando 1 friends riesce ad allungarsi fino alla scheggia da dove alza il piede, lo aggancia ed esce da Separate reality. manca davvero poco, ma le forze e l'ora non permettono altri giri. Red prova un ultima volta e CJ pulisce la via.
Torniamo a camp 4 per un epica serata finale aspettando Merry e Dan che sono partiti per fare "the nose in a day". Tra birre, pasta (che mi costa parte delle sopracciglia a causa di un accendino esposivo), furti di legna da ardere con l'haulbag, mimictionary (pictionary mimato)passano le ore e presto siamo tutti allegrotti quando CJ (vi ricordo che la C sta per crazy) mette una tanica di benzina nel fuoco risvegliando i nostri istinti di sopravvivenza ... :/ mah secondo lui é "totally safe", in effetti nei 5 secondi che la lascia non esplode niente, ma tutto il gruppo si é spostato a metri dal fuoco. É cosi che dopo un altro paio di giri a mimictionary andiamo a nanna per l'ultima volta a camp 4.
Mi sveglio verso le 8.30 con un mino ronfante, vado quindi al curry village a fare una telefonata e a comprare dei muffin. Quando torno mi metto ad organizzare il baule del Rüzzon quando passano tutti i francesi del nose, parliamo un po e con loro c'é una faccia che mi pare conoscere. Quando finalmente parla, il suo accento vallesano lo tradisce, é Simon Anthamatten, famos aguida alpina di Zermatt con innumerevoli performances allae spalle. Ha appena fatto il nose con un cliente zurighese che abita in ticino (abiam parlato con sua moglie momo due giorni prima) e un altro cliente ha annullato. Non sa che fare, se tornare in Svizzera, rimanere allo Yosemite, andare ad Indian creek o che altro. Gli dico che noi andiam a Zion e che abbiam posto in auto. Ci pensa un po fa un paio di telefonate per organizzare per il suo materiale, e alla fine decide di venire con noi a Zion. Finiamo di caricare il materiale di Simon e si parte per l'ennesima volta sopra il Tioga pass. Questa volta il tempo é brutto e c'é della neve ai lati della strada. Scendiamo a Lee Vining e poi svoltiamo per Tonopah, pasando per Benton hotsprings... no comment ;)
La strada continua drittissima, sembra tracciata con una riga, e ogni volta che c'é una curva ci stupiamo. Prossima svolta a destra e prendiamo la 375 o anche conosciuta come la extraterrestrial highway con destinazione Rachel.
45 miglia dopo, avendo incontrato una macchina e quasi scontrato una mucca arriviamo a Little A'le'inn che riconosciamo da lontano grazie alle luci colorate di un UFO appeso davanti al motel. Si perché Rachel é un posto "conosciutissimo" dagli amanti di extraterrestri, UFO e area 51. Scendiamo dalla macchina e quando una signora ci chiede: "did you guys mean to arrive here!?" (ragazzi siete arrivati qui di vostra volontà!?) é subito chiaro che siamo al posto giusto. Entriamo e ci troviamo in un baretto pieno di teste di alieni, foto di UFO e documenti sui "segreti" dell'area 51 che si trova appena dietro una montagna qui da parte. Rachel, NV é il villaggio civile piu vicino alla famosa base militare iper protetta.
Dopo una buona cenetta bagnata da una qualche birra, l'oste propone a dei locals di provare la sua ultima novita da internet, la salsa piccante Mad Gun 357 a 5000000 di scovilles. Ovviamente, Mino ed io dobbiamo provare mentre Simon fa ancora il timido. L'oste mi passa la bottiglietta ed uno stuzzicadenti, lo intingo per bene ma l'oste mi ferma dicendo che ne ho messa troppa... wow o son dei looser ho é veramante potentissima. Non resta che provare, e risulta che i locals non son dei loosers. I 5000000 di scovilles esplodono nelle nostre bocche e gole, l'estratto di capsicum é veramente devastante e dobbiamo svuotare la birra per poter ricominciare a "respirare".
Stanchi andiamo a letto incerti di risvegliarci ancora a Rachel...

Calata verso una realtà separata
CJ
CJ jamming
uscita
foothook finale
mino
entrata sul tetto
nel tetto
jam, jam
Reed jamming
foothook prima di cadere
berna sul verticale
entrando sul tetto
we're jamming...
ciaociao cari amici rompiscatole
Telefono casa...
NoBama!? mi sa che qui son repubblicani... :/
The chief
UFO towing

Recent comments