Riding Segnes and Alaska face


bérna's picture

By bérna - Posted on 18 February 2013

Uno dei miei credo piu grandi é che da una decisione molto spontanea ma con le persone giuste puo nascere qualcosa di stupendo.
Sabato sera, dopo un bel (e lungo) giro in pelli di 1500m ho scritto a Marc che faceva la domenica, e sorpresa mi dice che pensava di fare il Piz Segnes (737207/196774) e dare un occhiata all'Alaska face (735374/195024)... esattamente quello che avevo in mente anch'io, circa 900m di salita totale per 1700m di paretoni. é una decisione semplice... ciao bis morn :)
L'indomani apparte i soliti inghippi tipo mio ritardo si prospetta subito bene, la teleferica mi aspetta apposta e riapre le porte.

Arriviamo in cima al segnes senza troppi problemi (tranne la solita traversa de me&ç%ça completamente gelata) e ci godiamo un panorama stupendo con una gran vista sull'alaska face.
Pronti... via, entriamo nella parete ovest e la neve é perfetta, fantastico, le traccie che lasciamo sono ovviamente non quelle di corto raggio ;)

ci fermiamo a meta e poi via a balla nel grande "couloir" centrale. Sembriamo dei b[i|a]mbi :)

arivati in fondo studiamo l'alaska e decidiamo di andarci. dopo una bella scarpinata per uscire dal Segnesboden, una pausa forzata dovuta a una seggiovia rotta e una mezzoretta di pelli siamo in cima all'alaska face, una gran bella parete che comincia con un couloir di circa 50°-53° o con dei piccoli pendii piu ripidi. decidiamo x il couloir e poi delicata traversa verso il pendio principale.
Quando entro nel couloir, la neve sembra tenere bene, nemmeno il superpower dei miei quadricipidi pompanti ;) riesce a far staccare lo strato superficiale di polvere. faccio una "salto-curva" poi ancora una e poi ups la montagna si muove dolcemente, guardo su e 4-5 m sopra di me c'é un piccolo stacco. decido di non uscire dal couloir ma di cercare buon appoggio con gli sci e il bastone e lasciar passare tutta la neve. Ancora due curve e esco dal couloir per la parte piu delicata, la traversa dei pendietti bastardi. Come mi aspettavo, lo strato superiore non é legato bena ma non c'é problema, I pendietti sono protetti da un bel po di rocce che li separano e mi offrono protezione mentre un passo dopo l'altro spacco lo strato superficiale. Finalmente arrivo al pendio principale dove aspetto che Marc attraversi la "pista" che gli ho battuto.
2-3 commenti sul couloir e sulla valanga e poi é puro piacere... e come al solito, non a corto raggio ;)

Alaska face e Tschingelhörner
Alaska face e Tschingelhörner
Alaska face
Segnes ovest
Top of Alaska face
Couloir Alaska face
Traversa delicata
Stacco e traccia sulla traversa
Riding Alaska face
Linea Alaska face