LordS of Camalots


bérna's picture

By bérna - Posted on 27 June 2011

Dopo una corta notte (recupero dal dotür a Göschenen ier sera ai 22.07 e susseguente guidata fino a Sagogn) di 4 ore di sonno, alle 6.00 é diana... direzione Vals e oltre verso la paerte SE del Zerfreilahorn e la sua via Lord of camalots (250m, 8tiri, 7a+ (6b+ obbl.)).

Da quando ho visto il Zerfreilahorn per la prima volta anni fa mi son detto, cavoli devo andarci una volta ed ho cominciato a guardare le via che vi si trovano. dapprima volevo fare lo spigolo normale ma col passare del tempo e gli effetti dell' OCTP altre vie si sono materializzate fino ad arrivare alla spontanea proposta di lord of camalots di oggi.
Ma torniamo alle 7.30 al posteggio dove stiamo montando le nostre biciclette, già perché lords non si diventa a gratis... l'attacco alla via consiste in 20min di bici e circa 1.5h di salita.
Una volta arrivati ai piedi della parete incontriamo due signorine che vanno a fare la normale e siam felici che nessuno ci rovinerà la solitudine in parete ;)
Trovato l'attacco mangiamo mezza lumaca alle nocciole ciascuno, beviamo 3dl del super te e miele e dopo aver preparato tutta la ferraglia necessaria, Mino attacca il primo 6b di 40m con ben 3 chiodi... il grado è chiaro, la giornata non sarà regalata. Lo raggiungo alla bella sosta e parto per il mi primo vero tiro di trad, 25m di 6a+ con un chiodo in cui me la faccio un po addosso ma si passa on-sight nonostante piazzi il camalot ciccione talmente bene che un mini strattone verso l'alto lo fa uscire :D. La via è chiodata solo dove non si può proteggere altrimenti e i 9 spit su 250m sono testimone di quanto spesso si possa proteggere ;).
Il terzo tiro è una stupenda fessura prima di mano poi di dita che il mino fa on-sight e io con un resting, forse il tiro più bello della via.
Al quarto tiro cambiamo l'alternanza come pianificato per permettere al mino di tenere tutti i tiri più duri e per lasciare a me quelli potabili :). cosi il mino si attacca al 7a+ che lo mette un po in difficoltà, ma grazie a un poi di aid-climbing se ne esce con solo un occhio blu ;).
il quinto tiro è un semplice diedro che permette molti piazzamenti di ferrame vario cosi da farmi per una volta piazzare in santa pace senza squagia di cadere.
Dopo una bella sosta comoda ecco che si arriva al tiro chiave, 6c+ su verticale e poi placca, sarà proteggibile? Sarà protetta? No e no... dopo la parte bella dura sul verticale si arriva su un pilastro di placca lichenosa con dei bei run-outs obbligati su cui el dütür (e perfino io da secondo) sa caga adoss (Ndr. Da leggere con accento nasale).
Vista la motivazione che abbiamo, le ultime due lunghezze sono ormai quasi una “formalità” anche se ci riservano un qualche passo un po tricky.
Infine è uscendo dal camino finale che sento un mix di inno svizzero e King Julien di Madagascar dichiararmi Lord Of Camalot!!!
La discesa funziona bene e 90 minuti dopo esser diventati Lords, stiamo mangiando l'altra lumaca alle nocciole, un ora dopo siamo di nuovo in sella alle nostre bici, ma come gia detto non si diventa lords a gratis, e il ritorno è in salita...

Il risotto, i salametti e l'humagne ci fanno rapidamente dimenticare quanto stanchi siamo e ci mettiamo a pianificare la gita del giorno dopo.

Che giornata, dopo insonnia sicuramente una delle più belle avventure!

King Julien from fubl on Vimeo.

LordS of Camalots from Ogiorp production on Vimeo.

Il Progetto
Sua maestà Zervreila
Sua maestà Zervreila dall'attacco
Attacco
Che squagiaaaaa
Stupenda fessura del terzo tiro
La fessura superiore del 7a+
Diedro del quinto tiro
La dura fessura del 6c+
Diedro finale
LordS of Camalots
Lord of Camalots