Yosemitico...


bérna's picture

By bérna - Posted on 12 September 2011

Si parte, dopo una bella, calma mattinata con tanto di ronfata senza sveglia, colazione tranquilla, mini shopping al gear exchange (negozio con materiale usato e nuovo dove compriamo 3 camice per fare il nose, un fornelletto a propano e scarponi e attacchi da telemark per me), recupero delle mie pedule al rubber room e dopo spesa di cibarie varie abbandoniamo Bishop in direzione Yosemite Valley.
Dopo 2.5h è proprio mentre l'aria piu conosciuta della Turandot (Nesun dorma) passa a tutto volume che i due giganti appaiono improvvisamente immensi davanti a noi. Una breve visione, quasi come volessero concedersi solo a chi sa attenderli e a chi pazientemente procede passo dopo passo (o nel nostro caso curva dopo curva) verso di loro. Col cuore in gola continuiamo a guidare fino a che El Capitan riappare maestoso a coprire ogni altra cosa, é subito amore, é subito voglia di andare a fissare corde e partire alla sua conquista.
Continuiamo a inoltrarci nella valley verso il nostro campeggio, ci sono immense pareti ovunque, El Capitan, Leaning Tower, Le Cathedrals, La Lost Arrow spire, ed in fondo alla vallata lo stupendo Half Dome.

Passiamo il pomeriggio a piazzare la tana e ad accendere il fuoco per il nostro banchetto reale per festeggiare l'arrivo allo Yosemite. Mezzo salmone di 1.5Kg al grill, riso, insalatone e un buon zinfandel rosé ci allietano lo stomaco e ci gettano tra le braccia di morfeo, per poco tempo visto che alle 5.40 ci svegliamo per andare a fare la fila al mitico Camp 4.
6.02: ci piazziamo in fila, ci sono circa 10-15 persone prima di noi, non male dato che dovrebbero esserci 38 posti che si liberano.
8.17: arriva la ranger durissima e annuncia che ci saranno 38 posti, quindi che é in fondo alla fila puo andarsene, gli alitri ricevono un numerino in ordine di fila. riceviamo 14, 15 e 16 e possiamo quindi entrare a piazzare la tenda che però é ancora all altro camp... vabbe in fretta e furia andiamo a prender la tenda mentre John rimane a preparare la colazione e quando torniamo a prenderlo lo troviamo a chiacchierare con Peter. Una sontuosa colazione e dopo aver preparato definitivamente camp 4 partiamo verso serenity crack, la nostra prima fessura yosemitica di 3 tiri. dopo un primo tiro per un John titubante a causa delle protezioni semi precarie, tocca a ray attaccare il secondo tiro. Nonappena arrivato in sosta lo caliamo causa super mega nuvoloni neri in arrivo... piano di contingenza si corre a chiudere la tana che saggiamente avevamo lasciato aperta per farla asciugare. Siamo fortunati e il vento é dalla nostra parte e la tana non si é bagnata. finita la pioggia ci troviamo con Peter per una birretta e rimandiamo il barbecue all'indomani.

El Capitan
Salmone