Camp 4


zughi's picture

By zughi - Posted on 15 September 2011

ATTENZIONE: durante il nostro soggiorno non sempre carichiamo tutte le fotografie al momento della pubblicazione di un post: vale quindi la pena far ripassare i post precedenti se siete alla ricerca di nuove foto aggiunte in seguito.

Camp4

In questo post non voglio annoiarvi con racconti di avventure epiche o di vie estreme... ce ne sono già molti altri così, voglio invece spendere un paio di righe sul nostro campeggio: il camp 4.

Per dovere di cronaca vi dico solamente che mercoledì 14 abbiamo salito la via Gripper all'Arch rock (nonostante il grado non era elevato queste offwidth ci hanno fanno penare... più della malefica poison oak) mentre il giorno successivo abbiamo salito la bellissima Central Pillar of Frenzy, direttamente in faccia a El Cap.

Tornando al tema centrale del post, il camp 4, se dovessi raccontare questo campeggio con una canzone sceglierei "Vita spericolata" di Vasco Rossi. Tutti qui sono alla ricerca di un avventura, che sia aggrapparsi agli sfuggenti appigli di Midnight lightning (l'enorme masso posto quasi al centro del camp 4), sfidare l'imponente mole di El Cap oppure cercare qualche fessura dove mettere alla prova i propri muscoli.
È da qui che è passata gran parte della storia dell'arrampicata, dai primi tentativi di salire El Cap nel dopoguerra, passando per l'arrampicata libera (intesa senza usare chiodi vari per la progessione ma solamente per assicurarsi) fino al bouldering. Praticamente ogni forte arrampicatore negli ultimi 50 anni si è messo in coda davanti all'entrata, magari durante una fredda mattina di settembre, per poter trovare un posticino dove piantare la propria tenda in questo tempio e museo vivente dell'arrampicata.

Qui si accampa gente da ogni parte del mondo. Gente con passati e storie diverse, ma tutti con grossi sacconi pieni di ferraglia da smistare e contare prima di partire per qualche scalata (probabilmente è l'unico camping dove al check-in è normale chiedere quanti "haulbags" si possiedono).

Però anche qui, come nella canzone di Vasco, si sente una nota dolente, quasi malinconica. Perché se è vero che il passato dell'arrampicata è passato da qui, il presente per molti aspetti si è allontanato dalla valley: a parte qualche sporadica super prestazione (prima ascesa in libera o in free-solo di qualche via), i veri attori dell'arrampicata moderna non spessissimo si vedono da queste parti. Sono passati i tempi in cui era normale veder passeggiare Ron Kauk, John Bachar, Manolo, Jerry Moffat, ecc tra gli scoiattoli del camp 4.

Ora anche molte delle vie più avventurose sono state ammansite da spit, un servizio di soccorso molto efficiente e molte agevolazioni ultratecnologiche. Sicuramente salire El Cap resta una prestazione fuori dal comune, ma chiaramente non si tratta più delle epiche avventure di un qualche decennio fà.

Vittima più di tutte di queste facilitazioni è probabilmente la via "The Nose"; con soste spittate e una via di discesa in doppia è il Bigwall per molti aspetti più abbordabile (oltre che più conosciuto). Purtroppo uno dei problemi maggiori al giorno d'oggi non è tanto riuscire a salire la via portandosi tutto il necessario, ma bensì non rimanere imbottigliati nella carovana di cordate che assaltano la via. Una sera, guardando El Cap, abbiamo potuto contare almeno 5 cordate solamente sul nose... quasi non si distingueva dove cominciavano le stelle e dove finivano le lampade frontali!!

Detto questo rimangono le montagne con le loro pareti: al centro dell'attenzione ci sono sempre e comunque loro! Ed è giusto così perchè nonostante tutti i chiodi piantati, le prese segnate e le scarpette passate sugli appoggi, rimangono come sono sempre state: enormi, imponenti e bellissime!!

Il leggendario Camp 4
Halfdome, foto notturna
Arch Rock
Bruno che pena in un OW nel primo tiro di Gripper
"mercatino" di sosta ;-)
Bob sulla durissima uscita del primo tiro di "Gripper"  (5.10b)
Il camino del secondo tiro di "Gripper"
"jugging"
Sosta
Visione dall'alto di R1 di "Gripper"
Bob e John alla base di "Central pillar of Frenzy" con l'El Cap alle spalle
Camino del primo tiro
Secondo tiro
Terzo tiro
Frenzy
Quarto tiro
Me, John & El Cap
Tettuccio nel Frenzy
Sesto tiro
Bob & El Cap

Recent comments