zughi's picture

Tuolumne: cold, bears and... runouts!

Giovedì: che giornata! Emozioni a fiumi... ma partiamo con calma.

DSCN0180.jpg
bérna's picture

Climbing!? Tomorrow...

Dopo una stupenda notte al frescolino di Tuolomne (attorno ai 37°F di minima) ci svegliamo pimpanti per il primo giorno di roccia... o quasi. Cominciamo con riarrangiare il campo base, modularizzando (la nuova attività preferita di John) la cucina e il cibo, organizzando il materiale e fissando i picchetti della tana (la nostra super tenda marmot). Ed é proprio nella strenuosa atività di picchettaggio che il precario stato di salute di Ray si mette in mostra. Ogni passo una caduta di pressione. La prima giornata di arrampicata si allontana lentamente.

Ray sleeping
mino's picture

If you're going to San Francisco...

Dopo una bella dormita ci alziamo questa mattina con una grande sorpresa: Rhami, il nostro compagno di stanza, ci ha preparato la colazione. Il Menu è a base di succo d'arancia fresco (che piacere dopo le varie pseudo-bevande americane!) e frittata piccante con pomodori e cipolle; per finire, pistacchi e datteri :-).

San Francisco skyline
zughi's picture

California landing

Partenza giovedì mattina da Zurigo: dopo aver ripartito il peso nei vari sacchi (nonostante tutto sono sotto il limite consentito), voliamo tranquillamente su un “non-nuovissimo” boeing 767 fino a Washington Dulles.
Giunti su suolo americano dobbiamo sottoporci al rito del “becchiamo il terrorista” che ci tiene occupati più di un'ora incolonnati davanti al controllo passaporti. Un po' stressati prendiamo il prossimo aereo che ci porterà fino a LA.

Washington airport
zughi's picture

California dreamin'

Manca davvero poco...

Giovedì 1 settembre, poco prima di mezzogiorno il mini-team ogiörp composto da Züghi, Brunin e Bérna si imbarcherà a Zurigo per sbarcare in serata in quel di Los Angeles!!

California arriviamo!! :D

bérna's picture

Whale rider is not for kindergarden ;)

Dopo la grande giornata Sul Zervreila, abbiamo deciso di non attaccare il Cavadiras in quanto le almeno 4 ore di avvicinamento non ci garbavano moltissimo, cosi ci siam detti, andiamo alla Schöllenen a fare un po di bel granito e cosi anche per il Mino è più comodo tornare in TI.

The whale
bérna's picture

LordS of Camalots

Dopo una corta notte (recupero dal dotür a Göschenen ier sera ai 22.07 e susseguente guidata fino a Sagogn) di 4 ore di sonno, alle 6.00 é diana... direzione Vals e oltre verso la paerte SE del Zerfreilahorn e la sua via Lord of camalots (250m, 8tiri, 7a+ (6b+ obbl.)).

Il Progetto
mino's picture

Il nodo infinito

Dopo le fatiche della Val Bavona, io e il Züghi abbiamo scelto un programma più tranquillo per questa giornata: "il nodo infinito" (7b, 6b obbl.). Nonostante le difficoltà sulla carta a tratti (per noi) non sempre evidenti, la via non presenta particolari difficoltà. La chiodatura è molto generosa annullando di fatto il fattore psicologico. Dopo "insonnia" non ci siamo comunque lamentati ed è stato veramente un piacere concentrarsi unicamente sui movimenti.

Primo tiro
mino's picture

Buona la prima!

La prima non si dimentica mai. È un dato di fatto. Un'emozione che supera tutte le altre. Un benvenuto a tutte le prossime che verranno.

Preparazione
mino's picture

Corso multipitch con il CAS Bellinzona e Valli

Dopo forte "stimolazione" da parte del responsabile gite del CAS Bellinzona e Valli abbiamo organizzato quest'anno per la prima volta un mini-corso per vie lunghe. Venerdì sera 6 maggio abbiamo dunque incominciato l'avventura con una serata di teoria svoltasi nella sede del CAS della nostra sezione. In questo appuntamento abbiamo dapprima illustrato la preparazione a casa per una gita su un'ipotetica via a più tiri e in seguito il suo svolgimento ideale, compreso il funzionamento del materiale necessario.

Recent comments